Arriva è uno dei più grandi operatori di servizi di trasporto per passeggeri in Europa
Il nostro nuovo brand

Dopo aver adottato lo stesso brand per ben 20 anni, per Arriva è arrivato il momento di introdurre una nuova identità, più innovativa e moderna. 

A partire da gennaio 2018, quindi, adotteremo un logo più raffinato e luminoso, con linee più morbide e moderne, oltre a una nuova palette di colori a completare il rinnovamento della nostra identità a livello visuale. 

Il processo di rebranding, ossia di rinnovamento del nostro brand, è cominciato proprio da voi, dai passeggeri che ogni giorno si muovono e si spostano grazie ai nostri servizi. Abbiamo raccolto le opinioni dei nostri utenti nei 14 paesi europei dove operiamo, ed è emerso che il logo di Arriva è datato e necessita il prima possibile di una rinfrescata. 

Il mercato della mobilità sta cambiando rapidamente, con l'ingresso di nuovi competitor; inoltre, le necessità ed aspettative degli utenti stanno cambiando con il mercato stesso. 

L'obiettivo di Arriva è quello di guidare l'innovazione e il cambiamento, un obiettivo raggiungibile migliorando i servizi che forniamo a passeggeri e utenti. 

Il processo di rebranding terrà conto dei costi e, soprattutto, sarà progressivo. Per quanto riguarda le aziende italiane coinvolte, non ci saranno cambiamenti a livello di livrea: il nuovo logo di Arriva, invece, sostituirà quello delle controllate in Lombardia, Valle d'Aosta e Piemonte. 

Oggi, Arriva è uno dei più grandi player internazionali del settore della mobilità, e opera servizi di trasporto in 14 paesi europei. Il nostro nuovo brand supporterà la vision di gruppo, così come la strategia e i valori. 

Clicca sulle domande qua sotto per scoprire la risposta!

Quali aziende di Arriva Italia sono coinvolte nel rebrand?

In una prima fase, solo le aziende interamente controllate da Arriva saranno coinvolte nel processo di rebranding. 

Nello specifico: 

  • La SIA, la SAB e la KM in Lombardia
  • La SADEM in Piemonte
  • La SAVDA in Valle d'Aosta

Le aziende friulane di Arriva Italia, quindi la SAF e la Trieste Trasporti, parteciperanno al processo di rebrand in un secondo momento. 

Dal processo è invece esclusa la ASF di Como. 

Cosa succederà alle aziende locali coinvolte?

Arriva è presente in Italia ormai dal 2002, e fin dal primo momento ha scelto di operare i servizi di trasporto utilizzando il brand delle aziende locali acquisite nel corso del tempo. 

Le aziende controllate, parte di Arriva Italia da tempo, hanno quindi deciso, con il rebranding, di sposare interamente i valori, la vision e la strategy di gruppo, adottando la nuova identità di Arriva. 

Questo significa che l'azienda locale non scomprarirà, ma anzi continuerà ad operare regolarmente i servizi come sempre ha fatto: a differenza del passato, però, sui bus comparirà solamente il nuovo logo di Arriva.

Gli abbonamenti e i titoli di viaggio sono ancora validi?

Sì, l'adozione della nuova identità non inficia in alcun modo il regolare svolgimento dei servizi di trasporto garantiti dalle aziende locali di Arriva coinvolte nel rebranding. 

Che cosa cambierà, concretamente?

Innanzitutto, per i motivi di cui sopra, sui bus delle aziende locali coinvolte comprarirà solo il nuovo logo di Arriva, non il logo dell'azienda locale.

I dettagli, come contatti e riferimenti dell'azienda locale, verranno riportati sulla portiera di ciascun autobus e saranno comunque reperibili alla sezione "contatti" del sito, qui in alto a destra. 

La livrea degli autobus, invece, non subirà variazioni. 

Per quanto riguarda i materiali di comunicazione, marketing et similia, per una fase transitoria verrà adottato il nuovo logo di Arriva con accanto il nome dell'azienda locale.

Che cosa significa il simbolo del nuovo logo?

Il nuovo logo, 3 cerchi che si intrecciano formando una A, simboleggia la varietà di viaggi che gli utenti possono fare a bordo dei nostri mezzi, che siano essi bus o treni. 

La scritta è più morbida e lineare rispetto alla precedente, accompagnata da un colore più luminoso e riconoscibile.