La Società:

Trieste Trasporti S.p.A. gestisce il Trasporto Pubblico Locale nella Provincia di Trieste, in funzione di un contratto di servizio "net cost", sottoscritto con la Provincia a seguito della gara europea bandita dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia nel 1999. La scadenza dell'affidamento, prevista al 31/12/2010, è stata prorogata fino al 31/12/2014.

Il capitale sociale della S.p.A. è di 17 milioni di euro, così ripartito:

  • AMT Trasporti (controllata dal Comune di Trieste) 60,06%;
  • ARRIVA Italia (controllata da Arriva DB) 39,93%
  • R.A.T.P. Parigi 0.01%.

Trieste Trasporti serve in forma pressoché esclusiva il territorio comprendente i sei Comuni della Provincia di Trieste (Trieste, Muggia, Duino-Aurisina, San Dorligo della Valle, Sgonico e Monrupino) ed ha con il territorio stesso un profondo legame, basato sulla rete storica e riconosciuto per l'alta qualità del servizio gestito e per l'elevato indice di gradimento da parte della clientela. In vista della gara per l'affidamento dei servizi di trasporto dall'1/1/2015, che riguarderà non più la sola Provincia ma tutto il territorio regionale, Trieste Trasporti ha costituito con le altre imprese della regione (SAF Udine, ATAP Pordenone e APT Gorizia) una società consortile con la quale intende partecipare con successo alla gara che sarà bandita dalla Regione entro il 2014.

 

 

Obiettivi:

• perseguire un progetto industriale del TPL in termini di efficacia, efficienza e qualità;

• contemperare la natura di "servizio pubblico" e quella di "impresa nel mercato";

• sviluppare le attività di "core business" con particolare attenzione alla sicurezza e all'ambiente;

• valorizzare la mobilità collettiva d'intesa e a supporto degli Enti competenti;

• perseguire l'innovazione tecnologica dei mezzi e delle tecnologie applicate alla gestione del servizio.

La flotta dei mezzi aziendali ha un basso impatto ambientale (il 61% dei bus ha motori EEV; l'anzianità media è di 4 anni contro quella europea di 7,7 e di oltre 10 in Italia). L'Azienda punta a conservare un alto livello di gradimento della clientela (70ml di viaggiatori trasportati in un anno; indice di customer al 95,2%).

 

Valori:

Mission di Trieste Trasporti è produrre un servizio di trasporto che coniughi i parametri di efficienza ed economicità tipici dell'Impresa, con quelli di efficacia che la collettività si attende da un servizio fondamentale, quale quello del trasporto pubblico locale. Trieste Trasporti ha ben presenti le necessità e sensibilità di un territorio multietnico e con grande attrattività turistica, quale è il golfo di Trieste ed il suo entroterra, rispondendo alle aspettative in termini di sicurezza, attenzione all'ambiente, capillarità, puntualità e frequenza del servizio. Trieste Trasporti pone molta attenzione alla formazione del proprio personale: i conducenti vengono selezionati valutando non solo la capacità di conduzione dei mezzi e la conoscenza degli aspetti dell'attività professionale, ma anche l'attitudine al rapporto con la clientela, la capacità di relazionarsi con le persone e di vivere in un ambiente organizzato, esigente e con forti aspettative. Trieste Trasporti punta a crescere e a migliorare, anche in vista della gara per l'affidamento 2015 nel rispetto della propria mission e dei propri valori.

 

Numeri:

Trieste Trasporti ha oltre 800 dipendenti, di cui circa 600 conducenti ed un fatturato di 72 milioni di Euro. La flotta è composta da 271 autobus urbani, 6 vetture tranviarie, 1 autobus GT e 8 scuolabus. Il servizio su gomma è costituito da 60 linee che servono un territorio di 212 kmq e una popolazione di oltre 230mila abitanti. Ogni giorno feriale vengono prodotte 5.500 corse (150mila al mese; 1.800.000 all'anno).

Su 1.420 fermate 320 sono dotate di pensilina e sul territorio sono attivi 306 punti vendita biglietti e 74 emettitrici automatiche. I chilometri prodotti annualmente sono oltre 13 milioni. Il servizio marittimo è articolato su una linea annuale (6.670 corse/anno) e una linea stagionale estiva (1820 corse/anno) per oltre 40.000 miglia marine. 

Ogni anno vengono trasportati sulla rete oltre 70 milioni di passeggeri. Di particolare interesse è la Trenovia Trieste-Opicina, unica nel suo genere in Europa, costituita da una tramvia tradizionale a trazione elettrica, che supera un tratto di 800 m con dislivello del 26% grazie ad un sistema funicolare. La linea complessivamente è lunga 5,175 km e il dislivello totale è di 340 mt. Il servizio si sviluppa su 41 corse giornaliere (14.842 anno). I km prodotti annualmente sono circa 150 mila. L'impianto è proprietà del Comune di Trieste e TT ne ha la gestione.

Passeggeri annui (fonte Bilancio 2012):
 
- in autobus 68.142.462;
- linee marittime 70.914.
 
Volumi di servizio (produzione annuale in vett-km - fonte Bilancio 2012):
 
- 13.198.100.
 
Parco mezzi (fonte Bilancio 2012):
 
- 271 autobus urbani;
- 6 vetture tranviarie;
- 8 scuolabus;
- 1 pullman GT.
 
Addetti totali (fonte Bilancio 2012):
 
- 824 (di cui 603 conducenti).
 
Indice di customer satisfaction (dato 2013):
 
- percezione complessiva del servizio urbano da parte del cliente: 95,8 %;
- percezione complessiva del servizio marittimo da parte del cliente: 94,2 %.
 

 

Certificazioni:

La società è certificata secondo le norme per la Qualità fin dal primo anno di attività. Nel 2010 ha ottenuto la certificazione anche per l'Ambiente e dal 2011 si è dotata di un sistema di gestione integrato che comprende anche la Sicurezza. A ciò si aggiunge infine la certificazione del servizio inteso come qualità erogata.

Le quattro certificazioni possedute sono:  

  • UNI EN ISO 9001:2008 – Qualità (dal 1999); 
  • UNI EN ISO 14001:2004 – Ambiente (dal 2010); 
  • BS OHSAS 18001:2007 – Sicurezza (dal 2011); 
  • UNI EN 13816:2002 – Servizio (dal 2012).

L'adozione ed il mantenimento di un sistema di gestione integrato consente il raggiungimento di obiettivi strategici, come alti indici di sicurezza per i lavoratori, particolare attenzione all'ambiente ed alla soddisfazione della clientela.

 

Storia:

1876: nell'estate entra in servizio la prima ferrovia a cavalli urbana, un anno solo dopo Parigi ed in anticipo rispetto ad altre realtà italiane ed europee; collega il Boschetto con i Portici di Chiozza.

1900: il 3 ottobre è stata attivata la prima tramvia elettrica urbana, da Boschetto a Barcola gestita da una impresa privata.

1902: il 9 settembre entra in funzione il tram di Opicina, con funzionamento a cremagliera nel tratto che successivamente sarà trasformato in funicolare.

1913: viene attivata la prima linea tramviaria  municipale, sul percorso piazza Goldoni-galleria—San Sabba.

1921: nasce l'Azienda Comunale Tramvie Municipali.

1934: nasce l'Azienda Comunale dei servizi Elettricità, Gas, Acqua, e Tranvie (ACEGAT) a conclusione di un percorso che l'Amministrazione municipale aveva perseguito già dalla metà del secolo precedente, intervenendo direttamente nella gestione dei principali servizi pubblici.

1970: anche la trenovia di Opicina passa in gestione all'ACEGAT.

1975: per volontà dei Comuni della provincia di Trieste, viene costituita l'ACT, Azienda Consorziale Trasporti, che nasce dalla fusione del servizio trasporti di ACEGAT con quello di ACNA (Azienda Comunale Navigazione Autoservizi) di Muggia, che inizia il suo servizio dall' 1.1.1977

1994: l'ACT si trasforma in azienda speciale ex Legge 142/1990.

1999: è un momento importante per i trasporti pubblici in Italia: la scelta di superare il monopolio legato alla municipalizzazione, per orientare anche i servizi pubblici in un'ottica di mercato libero e concorrenza, trova la sua prima applicazione in Friuli Venezia Giulia con la gara per l'affidamento dei servizi di trasporto nelle quattro unità di gestione provinciali. In quell'anno l'Associazione temporanea di imprese costituita da ACT, SAB, SAIA, SIA, SITA, ATVO e RATP si aggiudica la gara dell'unità triestina e nasce Trieste Trasporti, che inizia il suo servizio dall' 1.1.2001.

Nel corso degli anni il gruppo SAB ha acquisito le quote di SAIA, SITA, ATVO e SIA ed è poi confluito nel gruppo ARRIVA ITALIA S.r.l.

2010: Deutsche Bahn AG acquisisce la proprietà di Arriva a seguito di un'o.p.a. amichevole alla borsa di Londra.

 

Codice Etico:

Il Codice Etico è una dichiarazione pubblica di Trieste Trasporti in cui sono individuati i principi generali ai quali devono essere improntati l'attività ed i comportamenti della Società, dei suoi dipendenti e di tutti coloro che cooperano all'esercizio delle attività aziendali.

Approvato nel 2008 dal Consiglio di Amministrazione, il Codice Etico è un elemento essenziale del Modello Organizzativo, ai sensi del D.Lgs. 231/2001, e contiene l'insieme dei diritti, dei doveri, delle responsabilità della Società nei confronti dei dipendenti, fornitori e clienti.

Trieste Trasporti è consapevole di svolgere una funzione importante a supporto dello sviluppo sociale e del benessere generale della collettività e, conseguentemente, ritiene di dover definire con chiarezza l'insieme dei valori riconosciuti, accettati e condivisi quale base dell'attività aziendale, nonché le responsabilità assunte verso l'interno e verso l'esterno.

 

Organizzazione:

 

 

Servizi:

Le 57 linee di trasporto pubblico urbano prevedono un'offerta distribuita su tutto l'arco dell'anno, sulla base delle esigenze rilevate, perché la città, sede di importanti poli universitari e di centri di ricerca, oltre che di plessi scolastici di ogni ordine e grado e di centri commerciali, presenta un elevato livello di utilizzo del mezzo pubblico, anche in considerazione delle difficoltà di parcheggio nelle zone centrali. Trieste, inoltre presenta anche una buona attrattività turistica. Il servizio estivo e quello invernale presentano quindi differenze ridotte al minimo, ed anzi potenziate su alcune direttrici.

La trenovia Trieste-Opicina presenta un servizio uniforme per tutto l'arco dell'anno ed anche nei giorni festivi l'utilizzo elevato del pubblico, sia turisti, che visitatori occasionali e sportivi diretti alle escursioni nell'altipiano, richiede il mantenimento delle frequenze feriali stabilite in 20'.

I servizi scolastici riguardano la mobilità dei bambini in età da scuola dell'obbligo per attività collaterali a quelle didattiche, ivi comprese visite a musei ed escursioni.

Nell'ambito delle concessioni per il trasporto pubblico locale rilasciate dalla competente Regione, Trieste Trasporti gestisce due collegamenti marittimi nel Golfo di Trieste. Le Iinee in servizio sono:
 
- collegamento annuale Trieste-Muggia;
 
- collegamento estivo Trieste-Barcola-Grignano-Sistiana.

 

 

Contattaci:

    Area Commerciale:
 
    Ufficio Relazioni con il Pubblico:
  • Referente: dott.ssa Ingrid Zorn
  • modalità contatto: urp@triestetrasporti.it – Numero Verde 800-016675 – fax 040-7795257
  • orari: dal lunedì al giovedì 8:30-13:00 e 14:00-15:00, venerdì 8:30-13:00
 
    Segreteria Generale:
 
    Ufficio Noleggi:
  • Referente: sig. Claudio Faustini
  • modalità contatto: noleggi@triestetrasporti.it - tel. 040-7795413 – fax 040-7795257 in orario d'ufficio
 
    Area pubblicità:
  • Referente: dott.ssa Ingrid Zorn 
  • modalità contatto: urp@triestetrasporti.it – tel. 040-7795201 – fax 040-7795257 in orario d'ufficio 

 

 

Sede Legale

    Via dei Lavoratori, 2 34144, Trieste
    mail@triestetrasporti.it
    Telefono: (+39) 040 7795111
    Fax: (+39) 040 7795257